Leggere attentamente le avvertenze prima dell'uso

Ovvero l'uso del WC marino

Con questo breve scritto voglio colmare una notevole mancanza che ho notato nella, pur imponente, documentazione sulla navigazione. Infatti non si trovano manuali, non ci sono libri, non si trovano documenti su Internet, ... Insomma nulla sul WC marino!
Eppure e' un argomento importante. Durante le lunghe navigazioni notturne tra le acque scure del mare tempestoso o nei mitici incontri tra marinai reduci da tante avventure di mare nelle peggiori taverne dei porti... di cosa si parla sempre? Forse di spaventose burrasche o di meravigliose spiagge o di bellissime sirene o di pesche miracolose o di bevute incredibili... Certo, certo, qualche volta. Ma sicuramente si parlera' anche di quel piccolo ed infernale aggeggio che e' il WC marino!

Ci sono racconti di skipper sadici che non consentono a nessuno l'utilizzo del WC: l'equipaggio femminile scende dalla barca dopo una settimana di crociera in altura quando ormai ha raggiunto un colore giallo paglierino. Ed il colore non e' dovuto all'abbronzatura!
Oppure si racconta dell'uso non corretto dello strumento da parte di qualche sciagurato membro dell'equipaggio con conseguenti inenarrabili esplosioni. Al confronto gli attentati terroristici con ordigni nucleari "sporchi" non sono nulla!
Non ci credete? Provate a fare una domanda sull'argomento! E' come chiedere ad una neo mamma dei bisognini del suo piccolo. Basta lanciare l'amo ed abbocchera': vi raccontera' per ore del colore, dimensione, consistenza, frequenza, ... il massimo! Lo stesso con un marinaio: provate!

Ma, sebbene l'argomento sia certamente interessante, non voglio dilungarmi oltre. E' ora importante colmare questa grave lacuna sulla documentazione della tecnica marinaresca.

Il WC marino

Il WC marino non e' molto diverso da quello che usiamo tutti abitualmente. Ma ci sono alcune piccole ed importanti differenze, infatti e' adattato per funzionare in navigazione. La prima cosa che si nota e' che piu' piccolo. Come i bagni degli asili: si torna tutti bambini!
Ma un occhio piu' attento nota altre differenze. Infatti c'e' un groviglio di tubi in plastica, uno strano bottone (che e' la levetta di carico/scarico), una maniglia come quella delle pompe di bicicletta verticali. Infine, nascoste da qualche parte (le nascondono perche' cosi' ogni tanto qualcuno si dimentica), ci sono anche le due saracinesche delle prese a mare.

Come funziona?
Beh, la parte iniziale e' identica... quindi conclusa tale parte, dopo aver aperto le prese a mare iniziate a pompare! La pompa carica acqua di mare e scarica acqua sporca. Oppure scarica soltanto a secondo di come e' disposta la levetta di carico/scarico.

Tutto qui! Il funzionamento e' quindi semplice, ma per un corretto utilizzo e' necessaria qualche ulteriore indicazione.



-Tagliare lungo la linea per esporre al pubblico-


Istruzioni per l'uso del WC in barca

Ecco le principali indicazioni sull'uso del WC marino:

Facile vero? Provare per credere!
Va beh, non insisto... non e' necessario provare subito.


-Tagliare lungo la linea-

Qualche approfondimento

Come mia abitudine volevo documentare con fotografie gli argomenti trattati. Nonostante sia un'opera benemerita e di sicuro interesse per tutta l'umanita' galleggiante non ho ancora trovato delle volontarie per il servizio fotografico... Chi fosse interessata puo' mettersi in contatto con me. Oh! (allegare fotografia)


Testo: Leggere attentamente le istruzioni prima dell'uso

Data: 23 Giugno 2002

Versione: 1.0.5

Autore: mail@meo.bogliolo.name