Oracle eBusiness Suite (eBS)
Oracle Applications - R12

Oracle Enterprise Business Suite (eBS) e' l'ERP (Enterprise Resource Planning) sviluppato e mantenuto dalla Oracle Corporation. Il nome storico e' Oracle Applications, che indica la presenza di molteplici moduli applicativi. Si tratta di un prodotto funzionalmente molto completo e complesso. La sfida di questo documento e' quella di presentare l'architettura dell'ultima versione (R12) di eBS in modo semplice ma al tempo stesso in modo completo e corretto!

Login Oracle eBS Nonostante i miei sforzi nel semplificare gli argomenti, questa pagina e' comunque un documento tecnico. Se pensate che un Package PL/SQL sia un pacchetto regalo e che gli Apache siano solo una tribu' di indiani e' meglio che non proseguiate nella lettura!
Oracle eBusiness Suite si basa sui due principali prodotti di Oracle: il database Oracle RDBMS e l'application server Oracle Application Server (OAS) sfruttandone appieno le funzionalita' (eg. Forms, PL/SQL). E' necessaria una conoscenza di base su tali argomenti per approcciarsi ad eBS.

Dal punto di vista funzionale EBS contiene centinaia di moduli (eg. GL: General Ledger, PER: Human Resources, BOM: Bill of Materials, ...) tipici di tutti gli ambienti ERP. La maggioranza delle applicazioni, in particolare quelle di data entry, sono realizzate con Forms. Con molta fantasia i report sono realizzati con... Oracle Reports! Sono presenti centinaia di Package PL/SQL, applicazioni Java, script, ...

Un progetto Oracle EBS completo prevede, al termine della fase di disegno dell'architettura tecnologica e della sua installazione, un'ampia fase di configurazione e personalizzazione applicativa ed, eventualmente, sviluppi di specifiche funzionalita' per il cliente. Tali argomenti esulano dallo scopo di questo documento... ma e' comunque importante ricordare che tutte le personalizzazioni e sviluppi "ad Hoc" vanno sempre effettuati seguendo le linee guida di Oracle. In caso contrario la manutenzione e l'aggiornamento di EBS diverranno molto onerosi (complessi lo sono gia' per conto loro).
Per aiutare i capi progetto ed i progettisti nella conduzione di progetti EBS Oracle ha sviluppato una specifica metodologia di project management: Oracle Application Implementation Methodology (AIM). L'AIM fornisce un insieme molto ampio di template di documenti che guidano nell'implementazione del progetto. La versione di AIM 3.0 prevede oltre 200 template ma la scelta su quali utilizzare dipende dall'ampiezza del progetto. La versione piu' recente di AIM (3.1) e' web based.

Architettura

I componenti di EBS sono molteplici... descriverli in dettaglio tutti non e' utile in un testo introduttivo come questo. Pertanto ci limiteremo a descrivere i principali cercando di fornire un'idea d'insieme delle funzionalita' presenti. La versione cui facciamo riferimento negli esempi e' Oracle E-Business Suite R12.1, nei capitoli sucessivi riporteremo alcuni elementi relativi a versioni precedenti.

Architettura Oracle EBS si basa sui due principali prodotti tecnologici di Oracle il database Oracle RDBMS e l'application server Oracle OAS sfruttandone appieno le funzionalita'.

La figura a lato mostra l'architettura dell'RDBSM Oracle. Un'istanza dell'RDBMS Oracle prevede un certo numero di processi di background dedicati a compiti specifici (eg. DB Writer), la SGA: un'area di memoria condivisa (eg. DB buffer) ed un listener in attesa delle connessioni dei client. Per ogni sessione di connessione alla base dati viene attivato un processo utente oracle. Le tabelle e gli indici contenenti i dati vengono salvati su opportuni datafile mentre le transazioni vengono garantite grazie ad un sofisticato meccanismo di doppia scrittura su file di log.
Si tratta dell'architettura piu' semplice, per gli ambienti di produzione spesso si utilizzano configurazioni RAC o in failover cluster. Per una descrizione piu' completa si puo' partire da questo documento.

Nel database vengono mantenuti, oltre alle tabelle con i dati ed alle configurazioni, i package applicativi in PL/SQL. L'utente principale e' APPS su cui sono presenti un migliaio di tabelle e sopratutto 50.000 tra trigger e packages. Altro utente importante e' APPLSYS che mantiene le circa 800 tabelle di sistema. Inoltre ogni prodotto o modulo ha un suo schema dati con le relative tabelle (eg. oltre 300 per BOM). In totale si hanno oltre duecento utenti con circa 40.000 tabelle. Dati ed indici sono ospitati una serie di tablespace predefinite (nella versione 11 erano previsti due tablespace per utente, con la versione R12 vengono utilizzate 8 tablespace APPS_TS_%). Alcune tabelle sfruttano il Partitioning, altre la Spatial Option.

Per EBS R12.1 la versione di riferimento e' la 11.1.0.7, ma sono certificate tutte le versioni dalla 10gR2 sia come single instance che in RAC.

Oracle Application Server (OAS) e' l'Application Server J2EE di Oracle. Ogni installazione attiva di OAS prende il nome di OAS Instance. E' tipicamente presente un'istanza di infrastruttura (che fornisce servizi quale l'autenticazione) ed una o piu' istanze Mid Tier (che ospitano le applicazioni). L'insieme dell'istanza di infrastruttura e di tutte le istanze di Mid Tier ad essa associate prendono il nome di OAS Farm.

Architettura OAS La figura a lato riporta una configurazione di esempio con una Farm OAS distribuita su due server. Sono presenti due istanze OAS, una di Mid Tier e la seconda di Infrastructure. L'HTTPD Server e' Apache. Sono indicati anche alcuni componenti applicativi come Portal, il Forms Server ed un OC4J contenente applicazioni Java. Oltre alla base dati per i Metadati e' indicata un'istanza contente dati applicativi. L'OPMN si occupa di attivare e controllare tutti i processi necessari ad un'istanza OAS.
Si tratta solo di una delle molteplici topologie supportate, per gli ambienti di produzione spesso si utilizzano configurazioni ridondate con cluster e con Load Balancer. Per una descrizione piu' completa si puo' partire da questo documento.

Una Fresh Install di EBS R12.1 nella configurazione di default, installa un'istanza OAS Mid Tier Standalone (senza Infrastructure) in versione 10.1.3.4 con Apache ed OC4J. I componenti installati relativi al Forms Server sono in versione 10.1.2.2. Con l'installazione di default si puo' scegliere se il server che ospita la parte applicativa sia quello gia' utilizzato come DB Server oppure essere un nuovo server dedicato (Primary Application Server). E' altrimenti possibile effettuare l'installazione di EBS su una infrastruttura OAS e con un RDBMS Oracle gia' presenti, si tratta tuttavia di una procedura molto piu' complessa. Architettura Oracle Forms

Quando un'utente si collega con il proprio browser ad EBS utilizza inizialmente un'applicazione web. Le varie richieste vengono elaborate dall'Application Server (da Apache e dall'OC4J richiamato) e restituite all'utente con il protocollo HTTP. Nella versione attuale di EBS molte fuzionalita' sono state implementate in questo modo.

Se l'utente richiama un'applicazione Forms, il browser attivata una JVM (JRE SUN, JInitiator Oracle) per eseguire l'Applet che fornisce l'interfaccia grafica delle applicazioni Forms. L'OC4J:forms si occupa di lanciare il processo Forms frmweb per ogni sessione utente. Lo scambio di dati tra l'Applet ed il processo Form avviene con il protocollo HTTP, mentre l'accesso ai dati da parte del processo Server avviene con il protocollo TNS (il "solito" SQL*Net o NetX).
I browser certificati sono Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox ed Apple Safari, ma occorre fare attenzione alle versioni sia del browser che del Plug-in Java (Jinitiator o JDK) ...

Quando invece sono richieste attivita' non interattive (eg. esecuzione di una stampa, elaborazione di un bilancio, ...) EBS utilizza un sofisticato meccanismo di schedulazione per la gestione concorrente delle attivita': il Concurrent Processing.

I servizi servizi resi disponibili dall'RDBMS e dalle istanze OAS sono raggiungibili su specifiche porte socket. La tabella a fianco riporta le assegnazioni principali. Valori utilizzati nelle versioni precedenti sono 7000 per il Report Server e 9000 per il Forms Server (in R12 di default i Forms vengono richiamati in Servlet Mode ovvero via AJP, e' comunque possibile passare alla modalita' Socket Mode). E' possibile utilizzare numeri di porte differenti, in questo caso tutti i numeri di porta vengono variati delle stessa quantita' (eg. +10: Listener 1631, SSL 4453, Web 8010, ...). L'insieme di porte utilizzate viene indicato come Port Pool. L'utilizzo dei Port Pool e' fondamentale per risolvere eventuali conflitti e per ospitare sullo stesso sistema piu' intallazioni di EBS.

ProcessoPorta Note
tnslsnr1521DB Listener
tnslsnr1626RPC
httpd4443 Web SSL
httpd8000 Web Server
opmn6100, 6200, 6500 ONS

Principali componenti

EBS e' costituito da centinaia di moduli. I componenti comuni sono chiamati SHARED, gli altri componenti vengono scelti dal cliente e sono definiti INSTALLED (o LICENSED): Application DBA (AD), Account Payables (AP), Assets (FA), General Ledger (GL), Bill of Materials BOM), Logistics Modules Inventory (INV), ...
European Localization (JE), Regional Localization (JG), Customer Care (CSC), Marketing (AMS), Sales online (ASF), Human Resources (PER), Human Resources Intelligence (HRI), Automotive (VEA), Cash Management (CE), Advance Collections, Oracle Internet Expenses (OIE), Receivables (AR), iPayment, Credit Management, Procurement Modules Purchasing (PO), iProcurement, Projects Modules Projects Management, Projects Costing & Projects Billing, Manufacturing Modules Work In Process (WIP), Quality (QA), Flow Manufacturing (FLM), Warehouse Management System (WMS), eCommerce Gateway (EDI), ...
Anche le configurazioni piu' complete raramente utilizzano tutti i moduli. In ogni caso tutti i componenti (file, directory, ...) sono sempre presenti in ogni installazione.

Per ogni modulo e' presente una variabile d'ambiente _TOP (eg. BOM_TOP per Bill of Materials) che punta alla directory in cui e' mantenuto il modulo. I contenuti dipendono dai programmi presenti ma sono comunemente suddivisi in directory come:

admin    forms    html     log      media    out      reports  xml
flash    help     java     mds      mesg     patch    sql
... dal contenuto abbastanza ovvio. Come sottodirectory sono generalmente presenti le lingue installate (eg. US, I) e quindi i contenuti a seconda della tipologia (eg. fmx, rdf, htm, pdf, gif, ...). Le lingue installate su EBS sono molto importanti perche' ogni attivita' di patching va ripetuta sempre per ogni lingua installata.

Per la gestione delle attivita' non interattive EBS utilizza i Concurrent Manager. L'idea e' semplice: sono presenti una serie di processi che raccolgono le varie richieste (Concurrent Request) e le elaborano seguendo un preciso workflow di esecuzione che prevede fasi e stati. Le richieste hanno metodi di esecuzione diversi (eg. Report, PL/SQL, ...) e possono essere schedulate periodicamente. I Concurrent Manager della versione R12 prevedono alcuni processor di sistema (FND%) piu' altri presenti a seconda delle esigenze:

select CONCURRENT_PROCESSOR_NAME NAME , DESCRIPTION from applsys.FND_CONCURRENT_PROCESSORS; NAME DESCRIPTION -------- ------------------------------------------------------------ FNDCRM Conflict Resolution Manager FNDIMON Internal Monitor FNDLIBR Contains Application Object Library immediate programs FNDSCH Scheduler/Prereleaser Manager FNDTMTST TM Library for diagnostics use POXCON Processore concorrente approvazione documento OA RCVOLTM Processore concorrente manager transazioni di ricezione PALIBR Oracle Project Accounting Concurrent Program Library OESHTM Manager transazioni di spedizione 10SC per operazioni in linea INCTM INV Transaction Manager for 10SC INVLIBR Inventory Manager Library ...
I Concurrent Manager utilizzano un'ampia serie di tabelle dell'utente APPLSYS: FND_CONCURRENT_PROGRAMS, FND_CONCURRENT_PROCESSES, FND_CONCURRENT_REQUESTS, ... La gestione delle richieste prevede un flusso con una serie di fasi e stati... anziche' descriverli in dettaglio ecco un paio di query SQL con la decodifica dei valori:
SELECT DECODE(fcr.phase_code, 'P', 'Pending', 'R', 'Running', 'C', 'Completed', 'I', 'Inactive', fcr.phase_code) Phase, DECODE(fcr.status_code, 'A', 'Waiting', 'B', 'Resuming', 'C', 'Normal', 'D', 'Cancelled', 'E', 'Errored', 'F', 'Scheduled', 'G', 'Warning', 'H', 'On Hold', 'I', 'Normal', 'M', 'No Manager', 'Q', 'Standby', 'R', 'Normal', 'S', 'Suspended', 'T', 'Terminating', 'U', 'Disabled', 'W', 'Paused', 'X', 'Terminated', 'Z', 'Waiting', fcr.status_code) Status, count(*) count FROM applsys.fnd_concurrent_requests fcr group by phase_code, status_code order by phase_code, status_code; SELECT DECODE (fcpg.execution_method_code, 'A', 'Spawned', 'B', 'Request Set Stage Function', 'F', 'Flexsql', 'H', 'Host', 'I', 'PL/SQL', 'L', 'SQL*Loader', 'J', 'Java Stored', 'K', 'Java', 'P', 'Oracle Rpt', 'Q', 'SQL*Plus', 'R', 'SQL*Report', 'S', 'Immediate', 'X', 'FlexRpt', fcpg.execution_method_code) Program_type, count(*) count FROM applsys.fnd_concurrent_programs fcpg group by fcpg.execution_method_code order by fcpg.execution_method_code;

Licensing

Le politiche di licensing di EBS non sono oggetto di questo documento... si tratta comunque di un aspetto molto importante.
Tipicamente EBS viene licenziato per Application User con un costo per ogni singolo modulo acquistato.

Per maggiori dettagli e' opportuno fare riferimento al listino ufficiale.

Installazione

L'attivita' di installazione, se si tratta di una installazione da zero rivolta ad un ambiente di test o di sviluppo, non e' complessa anche se richiede un po' di tempo. Se invece e' rivolta ad un ambiente di produzione... beh o sapete quello che state facendo, oppure chiamate un esperto (NdE per esempio noi ;-).
Le attivita' piu' onerose sono la verifica delle certificazioni e la determinazione dei componenti da installare prima, e poi, effettuata l'installazione, l'applicazione delle patch necesarie al corretto funzionamento.

I pacchetti da scaricare sono di grandi dimensioni (indicativamente 50GB), vanno decompressi ed appoggiati su un'area di stage. E' molto opportuna la disponibilita' di una connessione Internet ad alta velocita'! In ogni caso il download e l'unzip richiedono ore.
EBS non e' scaricabile da OTN e non ha una licenza "unlimited evaluation". Il software va scaricato dal Sito Oracle E-Delivery che richiede una registrazione differente da quella OTN o Metalink (My Oracle Support). L'accesso a My Support e' una necessita': l'elenco dei prerequisiti, delle certificazioni, ... sono fondamentali.

I prerequisiti... sono tantissimi! Ma analoghi a quelli dell'RDBMS e di OAS. Possiamo ipotizzare un sistema QuadCore, 2GB RAM, 500GB Disk, RHEL 5.4, ... ma se raddoppiamo tutto e' molto meglio.
Bisogna creare di due utenti con lo stesso GID: oraSID (utente proprietario della base dati) applSID (utente proprietario della parte applicativa). Bisogna installare tutti i pacchetti richiesti con rpm -i. Sono una decina e bisogna fare molta attenzione alle versioni ed alla piattaforma (eg. 32/64bit)... Una cosa banale ma importante: il file /etc/hosts deve contenere il nome del sistema con il dominio come primo alias.

Installazione EBS - Pagina iniziale Pronti? Via!
Spostarsi nell'area di stage, quindi:

export DISPLAY=myIP:0 cd startCD/Disk1/rapidwiz/ ./rapidwiz &

Parte l'applicazione X di installazione... come in altri casi si tratta di un wizard con semplici domande. Scegliere installazione (non Express, non Upgrade), si puo' saltare la parte OCM, va scelto un Port Pool, ... si arriva alla configurazione del Database. Sono possibili due tipi di installazioni:

Installazione EBS - Login Portale Con una Fresh Install e' necessario indicare il tipo di licensing (Site/Component), eventuali prodotti aggiuntivi (eg. Trade Magement), le localizzazioni (Italy - IT ovviamente), ...
Quindi, con entrambe le tipologie di installazione, si arriva alla videata di configurazione dell'application server (primario) in cui vanno solo controllati i valori suggeriti. Ora vengono eseguiti i controlli e, con un po' di conferme, se tutto va bene, l'installazione e' terminata.

E' ora possibile connettersi ad EBS con l'utenza di amministrazione (SYSADMIN/SYSADMIN) come si vede nella figura a lato.

Come passi di post installazione vanno aggiornati i .profile e gli script di startup/shutdown.
Ma in realta', se si tratta di una installazione propedeutica ad un utilizzo di produzione, e' a questo punto necessaria l'applicazione di tutte le patch consigliate.

Spesso terminata un'installazione e la relativa configurazione si procede al cloning per disporre di altri ambienti di test, sviluppo, ... tutti allineati tra loro. Ma questo lo vedremo poi!

Amministrazione

EBS fornisce un'interfaccia di amministrazione per tutti i comandi dell'instrastruttura tecnologica utilizzata. In questo modo la gestione risulta semplificata, anche se in caso d'errore le competenze di DBA e sistemistiche risultano comunque fondamentali.

Supponendo di aver installato su dbserv01 ed apserv01 gli utenti oraXXX ed appXXX... ecco un esempio dei principali comandi di amministrazione:

# Per effettuare lo SHUTDOWN dell'Application Server (NB impiega un po'... attendere la fine)
[appXXX@apserv01 ~]$ $ADMIN_SCRIPTS_HOME/adstpall.sh
# Per effettuare lo shutdown del DB (si puo' anche fare con i comandi standard)
[oraXXX@dbserv01 ~]$ $ORACLE_HOME/appsutil/scripts/$CONTEXT_NAME/addlnctl.sh stop XXX
[oraXXX@dbserv01 ~]$ $ORACLE_HOME/appsutil/scripts/$CONTEXT_NAME/addbctl.sh stop immediate

# Per effettuare lo STARTUP di tutto
[oraXXX@dbserv01 ~]$ $ORACLE_HOME/appsutil/scripts/$CONTEXT_NAME/addlnctl.sh start XXX
[oraXXX@dbserv01 ~]$ $ORACLE_HOME/appsutil/scripts/$CONTEXT_NAME/addbctl.sh start
[appXXX@apserv01 ~]$ $ADMIN_SCRIPTS_HOME/adstrtal.sh apps/apps

# Per controllare lo stato dei servizi (il solito opmnctl)
[appXXX@apserv01 ~]$ $ADMIN_SCRIPTS_HOME/adopmnctl.sh status
# Per controllare i Concurrent Processors
[appXXX@apserv01 ~]$ $ADMIN_SCRIPTS_HOME/adcmctl.sh status apps/apps

# Menu di amministrazione
[appXXX@apserv01 ~]$ adadmin
E naturalmente l'accesso su http://apserv01:8000/OA_HTML/AppsLogin come SYSADMIN che presenta il Navigator!

Un compito importante dell'amministratore e, rispetto ad altri prodotti, piuttosto frequente e' l'apertura di chiamate al supporto (SR: Service Request). Il mantenimento del supporto e' fondamentale con eBS (come con tutti gli ERP).

Utilizzo

Effettuato il login, tutti gli utenti hanno menu personalizzati con accesso ad applicazioni differenti, a seconda delle loro abilitazioni. Il menu principale viene chiamato Navigator e consente di scegliere la responsabilita' (a destra) e quindi l'applicazione desiderata. L'applicazione Oracle Application Manager, tipicamente riservata agli amministratori, e' molto completa e permette un controllo diretto della configurazione di tutto il sistema e delle attivita' in corso:

Navigator - Oracle EBS 12 - SYSADMIN Oracle Application Manager - Oracle EBS 12

Molte applicazioni (anche se meno rispetto alle precedenti versioni) sono realizzate con Forms. Il tipo di applicazione si riconosce dall'icona Icona Forms. Selezionando un'applicazione Forms, il browser attivata la JVM e, in una finestra specifica, parte la versione Forms del navigatore. Infine si attiva la maschera richiesta:

Esempio Forms (JVM) - Oracle EBS 12

La gestione della GUI di Forms e' sempre la stessa con menu, EXEC QUERY, Master-Detail, ... Occorre fare un po' di pratica ma poi risulta di uso veloce ed efficiente:

Esempio Forms (Query) - Oracle EBS 12

Anche se ovviamente la grafica e' molto cambiata nel tempo, cosi' come sono cresciute funzionalita' ed i prodotti disponibili (eg. il navigatore nelle versioni 11i, 12, 12.1.3):

Navigator - Oracle EBS 11i - SYSADMIN Navigator - Oracle EBS 12 - SYSADMIN

Navigator - Oracle EBS 12.1.3 - SYSADMIN

Patch

Basta pensare alle continue variazioni della legislazione fiscale, che non possono essere tutte risolte con un solo aggiornamento di parametri, per capire l'importanza dell'aggiornamento di un ERP. Su EBS il rilascio di patch e' frequente ed e' assolutamente necessario mantenere aggiornato il sistema rinnovando il canone di manutenzione ed utilizzando una completa politica di gestione.
Il sito ufficiale su cui tutte le patch sono rese disponibili e' Oracle MOS (My Oracle Support).

E' stato da tempo introdotta la modalita' di AutoPatch che, leggendo le informazioni su un file di comando .drv effettua tutte le operazioni necessarie. Ogni patch riporta nelle istruzioni il nome del file da applicare con l'AutoPatch. Il comando interattivo adpatch si occupa di eseguire tutti i passi necessari su ogni componente dell'architettura coinvolto dalla patch, e viene tipicamente lanciato sul Primary Application Server.

Prima di eseguire una patch e' necessario porre il sistema in Manteniance Mode con il menu di adadmin. Per aggirare il controllo e' possibile utilizzare il parametro: options=hotpatch (non fatelo se non siete sicuri). Vi sono molteplici opzioni disponibili in adpatch... se si debbono applicare piu' patch, per evitare la compilazione, e' utilizzata l'opzione nocompiledb. Naturalmente i vari package vanno comunque compilati al termine dell'applicazione di tutte le patch.
Poiche' l'applicazione delle patch richiede spesso la ricompilazione di centinaia di package, di Form, ... e' prevista un'elaborazione in parallelo. Il livello di parallelismo e' richiesto interattivamente ed e' indicato come numero di Worker.
In alternativa e' possibile usare lo script admsi.pl che lancia il Patch Application Assistant (e' un'applicazione X: richiede l'impostazione del DISPLAY).

Nel caso di versioni nazionalizzate, ovviamente normale per i clienti italiani, dopo avere effettuato la patch per la lingua inglese, va effettuata quella per la lingua italiana. Se sono presenti piu' lingue, la patch va applicatata per ogni lingua.

L'applicazione delle patch e' un'attivita' frequente e che deve essere svolta con attenzione. E' molto importante verificare tutti i prerequisiti. Per le patch significative e' opportuno effettuare un clone dell'ambiente di produzione, applicare la patch sul clone e, solo terminata positivamente un'ampia serie di test su tale ambiente, si puo' pianificare l'applicazione della patch in produzione.

Cloning

Una normale installazione di EBS presso un cliente prevede la presenza di piu' ambienti. Oltre all'ambiente di produzione, su cui operano gli utenti finali, sono tipicamente presenti un ambiente di sviluppo, in cui vengono personalizzate le applicazioni o sviluppate eventuali integrazioni ed un ambiente di test, in cui vengono provate tutte le modifiche prima di un passaggio all'ambiente di produzione.
Come gia' riportato, la presenza di piu' ambienti e' molto importante per effettuare le necessarie verifiche in caso di applicazione di patch o di upgrade. Ed e' ovviamente fondamentale se si sviluppano applicazioni personalizzate.

Una normale esigenza e' quella di ribaltare un ambiente su un altro (eg. allineare il test con la produzione per verificare un problema occorso). Per effettuare una clonazione i principali passi sono:

Naturalmente sono possibili innumerevoli variazioni sul tema: in caso di topologie differenti, se la clonazione serve ad aggiungere un nuovo nodo Application, con versioni precedenti di EBS, con piattaforme differenti, ...
Ovviamente bisogna fare sempre riferimento alle note ufficiali su Metalink/My Oracle Support: Cloning Oracle Applications Release 12 with Rapid Clone [ID 406982.1].

Upgrade

L'upgrade tra versioni di EBS non e' banale. In generale e' necessario passare da una versione alla versione terminale prima di cambiare release e quindi applicare le patch correnti (eg. EBS 11.5.7 -> 11.5.10.2 -> 12.1.1 -> 12.1.3). Ogni cambio di release di EBS puo' comportare l'upgrade di OAS e di RDBMS. Vanno controllati tutti i prerequisiti e le matrici di certificazione per ogni componente, perche' cambiano per ogni release e tutti i passaggi debbono essere sempre certificati. Anche i prerequisiti sul sistema possono variare ed e' quindi spesso necessario adeguare anche il sistema operativo ospite.
Terminata questa fase di preparazione, l'attivita' di upgrade consiste generalmente nell'applicazione di una serie di patch con una sequenza prestabilita. Il processo puo' essere molto lungo e richiedere diversi giorni. Naturalmente se tutto e' stato preparato con attenzione e non vi sono errori: in caso contrario si e' costretti ad interrompere l'upgrade ed a ripartire dal principio.

Un'alternativa e' quella di preparare l'ambiente finale ed effettuare una migrazione applicativa con le API fornite da Oracle e script custom.

Oltre agli impatti applicativi gli upgrade introducono spesso variazioni significative nell'architettura e nella gestione. Ad esempio nel recente passaggio dalla versione 12.1 alla 12.2 viene utilizzato un nuovo Application Server (Web Logic) al posto del precedente (IAS); la modalita' di patch cambia ed al posto di adpatch si utilizza adop che consente l'online patching; la struttura di directory cambia e sono presenti file system doppi...

Common problems and workaround

Con un'architettura cosi' varia, con un numero cosi' grande di applicazioni e programmi, ... non e' facile parlare dei problemi piu' comuni e come evitarli!
Un ERP e' il sistema nervoso di un'azienda. Un blocco puo' essere gravissimo. Quindi provero' comunque a riportare qualche elemento utile.

La miglior cura e' sempre la prevenzione. Anziche' risolvere un problema e' meglio evitarlo.

Nonostante tutte le attenzioni alcuni problemi possono comunque presentarsi...

Storia

A mia memoria (e purtroppo sono vecchio) ricordo Oracle Applications dalla versione 10 ed era un'insieme di applicazioni Client/Server. Nel 1998 esce la versione NCA (Network Computing Architecture), la versione 11 (11.0), che ha avuto una notevole diffusione, e' del 1999.
Nel 2000 va in produzione la 11i (11.5.1) con interfaccia web. La versione 11i resistera' per oltre un decennio con uno stack tecnologico basato su 9iAS (1.0.x), Forms 6.0 e sull'RDBMS Oracle 8i. Dal punto di vista funzionale le differenze rispetto alle release precedenti sono notevoli. Si tratta della versione di Oracle EBS piu' diffusa. Nel tempo si arricchisce di nuovi moduli e prodotti ed aggiorna in parte lo stack tecnologico (mantiene pero' sempre Forms 6.0 e 9iAS 1.0). La release terminale e' la 11.5.10.2.
Nel 2007 viene rilasciata la versione R12 che rappresenta un'evoluzione naturale della 11i dal punto di vista funzionale. Lo stack tecnologico e' invece rinnovato e prevede Oracle AS 10gR2/R3 ed Oracle RDBMS 10gR2 o superiore. L'ultima release rilasciata (NdE alla data 2010-08 ed e' ancora l'ultima al 1Q 2013) e' la 12.1.3.

Sono molto importanti anche le acquisizioni svolte dalla Oracle Corporation nell'area ERP e CRM. Nel tempo sono stati acquisiti infatti: PeopleSoft/JD Edwards (2005), Siebel (2006), Agile (2007), Hyperion (2007), ... Cosi come nell'area Middleware nel 2008 e' stata acquisito un leader di mercato (BEA) e nel 2009, con l'acquisizione di SUN, addirittura il linguaggio Java e di MySQL!
L'integrazione tra i prodotti e' lenta ma procede a tutti i livelli: da quello tecnico (con integrazioni e razionalizzazioni di prodotti), a quello commerciale (con listini comuni ed offerte complementari).

Nelle seguente tabelle sono riassunte le ultime versioni disponibili di eBS e lo stack tecnologico: (Sources: Your server stinks! Steven Chan Blog):

Version
Status
Features
Last release
Date (from)
Date (to)
Notes
12.2Production Oracle WebLogic Server adoption (but Forms still requires IAS). Online Patching (adop) with runFS and patchFS. iPad certification. Workflow. Direct upgrade from 11i, 12.0, 12.1. New features on: Order Management, Manifacturing, HR, Supply chain, ... 12.2.4
12.2.3
12.2.2
2014-08
2013-12
2013-09
2021-09
12.1ProductionMore deployments options, advanced configuration wizard, AutoConfig enhancements 12.1.3 RPC3
12.1.3 RPC2
12.1.3 RPC1
12.1.3
12.1.2
12.1.1
2015-04
2014-09
2014-03
2010-08
2009-12
2009-05
2016-12 (2019 ES)
12ProductionAn evolution from 11i with an upgraded technology stack: Oracle RDBMS 10g R2, OAS 10g R2, Forms 10g, JDK 6 12.0.6
12.0.8 (HRMS only)
2007-01 2012-01 (2015 ES)Bad. Few installations
11i10ProductionTerminal 11i release. Many new products. JRE 1.4. Jinit 1.3.1.18. 11.5.10.22004-112010-11 (2013 ES)Stable and with a large installed base.
11i9ProductionOracle RDBMS 9.2 11.5.92003-062008-06
11i8ProductionMany new products. 11.5.820022007
11i7Production9iAS upgrade (1.0.2.2.2), Apache (1.3.19), Jinit 1.1.8.16. XML 11.5.7 20022007
11i6Production 11.5.6 20022006
11i5ProductionMany new products (eg. ERP/CRM). Jinit 1.1.8.13. 11.5.5 20012006
11i4ProductionOracle RDBMS 8.1.7. Jinit 1.1.8.7. 11.5.4 20012006
11i3Production 11.5.3 20012006
11i2Production9iAS (1.0.2.1). Apache (1.3.9) 11.5.2 20002006
11i1ProductionMany functional upgrades; Multi Org instead of Multi Set of Books.
Technology Stack: Oracle RDBMS 8.1.6, WebDB (8.1.6), JRE 1.1.8, Jinit 1.1.7.27
11.5.120002006
11ProductionWeb only 11.0.319992007 (2009 SS)
10ProductionNCA model 10.7NCA1998
10ProductionClient/Server 10.7


EBS Release
Oracle RDBMS version (was)
Application Server (was)
EBS 12.2 Oracle RDBMS 11.1.0.7 11.2.0.4, 12.1.0.1
(11.2.0.3)

Oracle RAC 11.1.0.7, 11.2.0.4
(11.2.0.3)

Forms: 10.1.2.3
WebLogic Server: 11gR1 PS5 10.3.6
Web Tier Components: 11.1.1.6
Java SE JDK 7
EBS 12.1
EBS 12.0
Oracle RDBMS 11.1.0.7, 11.2.0.4, 12.1.0.1
(10.2.0.2, 10.2.0.3, 10.2.0.4, 10.2.0.5, 11.1.0.6, 11.2.0.1, 11.2.0.2, 11.2.0.3)

Oracle RAC 11.1.0.7, 11.2.0.3
(10.2.0.3, 10.2.0.4, 10.2.0.5, 11.1.0.6, 11.2.0.1, 11.2.0.2)

Forms: Oracle Application Server 10g 10.1.2.3 (10.1.2.0.2, 10.1.2.2)
OC4J: Oracle Application Server 10g 10.1.3.5 (10.1.3.0.0, 10.1.3.3, 10.1.3.4)
Java SE JDK 6, 7 (not for Forms and Reports)
EBS 11i Oracle RDBMS 11.1.0.7, 11.2.0.4, 12.1.0.1
(9.2.0.8, 10.1.0.4, 10.1.0.5, 10.2.0.2, 10.2.0.3, 10.2.0.4, 10.2.0.5, 11.1.0.6, 11.2.0.1, 11.2.0.2, 11.2.0.3)

Oracle RAC 11.1.0.7, 11.2.0.4, 12.1.0.1
(9.2.0.8, 10.1.0.4, 10.2.0.1, 10.2.0.2, 10.2.0.3, 10.2.0.4, 10.2.0.5, 11.1.0.6, 11.2.0.1, 11.2.0.2, 11.2.0.3)

Oracle9i Application Server 1.0.2.2.2
Forms Patchset 19 (15, 16, 17, 18) [NdA Forms 6i 6.0.8.28.0]
Java SE JDK 6 (1.3, 1.4, 5)
Oracle JDBC 9iR2 9.2.0.8

/etc

Le applicazioni Forms richiedono una JVM specifica (Oracle JInitiator o SUN JRE) certificata per il browser (Internet Explorer, Firefox o Safari) ed per il SO client utilizzato. I pop-up debbono essere abilitati oppure l'Application Server deve essere incluso nella white list... Altrimenti non funziona nulla!

Password di default: SYSADMIN/SYSADMIN APPS/APPS
Utenti demo (Vision Demo Install): MFG OPERATIONS SERVICES MRC HRMS /welcome
Utente di login: guest/[oracle|guest] (utente senza profilo associato)

I riferimenti per la connessione alla base dati sono contenuti nel file $INST_TOP/appl/fnd/12.0.0/secure/SID.dbc.

Documentazione? Link utili? Nulla di tecnico in italiano tranne... il documento che state leggendo!

Sono fondamentali i documenti contenuti su Metalink/My Oracle Support. E' impossibile elencarli tutti, quello che segue e' una prima guida (sono riportati solo i titoli dei documenti poiche' l'accesso richiede un'utenza autorizzata):

Un'ultima cosa importante proposito di eBS: Buona fortuna!


Titolo: Oracle Enterprise Business Suite (eBS) / Oracle Applications - R12
Livello: Avanzato (3/5)
Data: 31 Giugno 2010
Versione: 1.0.7 - 14 Febbraio 2015
Autore: mail [AT] meo.bogliolo.name