Installazione OAS 10g Release 2

Oracle Application Server e' la piattaforma Oracle per il deployment e la gestione di applicazioni web. Si tratta di un ambiente molto completo e che presenta molteplici possibilita' di utilizzo. Di conseguenza anche le modalita' di installazione sono differenti.

In questo documento vengono riportate le indicazioni necessarie e sufficenti per installare Oracle Application Server 10g Release 2 (10.1.2.0.0) per una configurazione Oracle Portal e Wireless su un sistema Linux RedHat.
Tuttavia gli elementi contenuti, mutatis mutandis, possono essere utilizzati anche per altre installazioni simili.

Per semplificare l'organizzazione il documento e' stato spezzato in due parti. La prima contiene le indicazioni per un corretto settaggio dei prerequisiti e quindi per l'installazione del componente di Infrastruttura. La seconda contiene le indicazione per l'installazione della componente di Middle Tier e le conclusioni.

Prerequisiti

Prima di procedere con l'installazione e' necessario verificarne i prerequisiti. I passi per verificare e predisporre i prerequisiti sono 3:


Decidere cosa fare!

Siete ancora in tempo... potete rinunciare!

A parte gli scherzi e' importante capire che tipo di installazione deve essere effettuata. Si tratta di una demo, di un ambiente che deve servire come sviluppo, di un ambiente di produzione con configurazioni in alta affidabilita' e componenti ridondati, di sistemi che debbono essere visibili da Internet e quindi posti su una DMZ e protetti da Firewall, ... ? Quali componenti di OAS servono, come sono scritte le applicazioni che debbono essere pubblicate, debbono essere utilizzate basi dati o directory esterne, ...?
A seconda delle esigenze la topologia dei sistemi potra' essere differente e differenti saranno le modalita' di installazione... Solo a titolo di esempio le tipologie di installazione per il componente di Infrastructure sono date dalle combinazioni di Identity Management AND/OR Metadata Repository, i componenti Mid Tier hanno decine di componenti che vengono installati a secondo della tipologia di installazione (J2EE and Web Cache, Portal and Wireless, Business Intelligence and Forms), sono utilizzabili modalita' di installazione specifiche (Forms and Report only, J2EE upgrade, ...), il tutto per un numero di server che va da uno ad infinito nelle combinazioni delle piu' complesse architetture in alta affidabilita'.

Nell'installazione riportata nel seguito vengono installati i prodotti Oracle Portal ed Oracle Wireless che richiedono un componente di Infrastruttura ed un Mid Tier. Entrambe le installazioni vengono effettuate sullo stesso server.
Si tratta di un'installazione adatta ad un ambiente per lo sviluppo o il test di applicazioni Portal. La stessa installazione e' adatta anche ad un sistema di produzione per un'Intranet aziendale.

Bene ora incominciamo!


Scaricare il software

Ora che sappiamo cosa fare possiamo scaricare il software che ci serve dal sito Oracle http://otn.oracle.com, scegliamo il download che ci interessa (Oracle Portal & Wireless), accettiamo il contratto e dichiariamo di non essere terroristi...
Si tratta di 3 file in formato CPIO che e' possibile masterizzare su CD o scaricare su file.

I passi sono:

Download del SW dal sito Oracle (OTN) 3 CD per Portal&Wireless
cpio -icduvB < CD1
cpio -icduvB < CD2
cpio -icduvB < CD3

[Per la versione piu' recente di OAS 10g (10.1.2.0.2) i CD sono 4 (anche perche' sono disponibili gli ambienti Form e Report), ma non cambia molto NdR].


Predisporre il sistema ospite

Noi abbiamo utilizzato un CentOS rel 3 installato su un sistema con CPU AMD64. La scelta del sistema operativo Linux based e' caduta su CentOS poiche' non richiede l'acquisto di licenze ed e' perfettamente equivalente alla diffusa distribuzione commerciale Linux Red Hat.

I passi sono:

Si tratta di attivita' molto semplici per un amministratore di sistema, quindi nel seguito riportiamo solo qualche riferimento...
* Creare utente oracle gruppo dba
 # groupadd -g 500 oinstall
 # groupadd -g 501 dba
 # useradd -u 500 -d /home/oracle -g "oinstall" -G "dba" -m  -s /bin/bash oracle
 # grep nobody /etc/passwd
 Nobody:x:99:99:Nobody:/:/sbin/nobody
  
 $ vi ~oracle/.bash_profile
 umask 022
 ORACLE_BASE=/u01/app/oracle; export ORACLE_BASE
 TMP=/u01/bigtmp; export TMP
 TMPDIR=$TMP; export TMPDIR

* Creare File systems per l'installazione con gli spazi necessari
 Un paio di FSs da 10GB (per l'installazione del SW, la creazione del DB ed
 un'area di stage) sono sufficenti

* Installare i corretti pacchetti ed opzioni
 Per verificare gli RPM ...  rpm --query -a 
 In particolare i pachetti da controllare sono:
  pdksh.5.2
  binutils-2.11
  cpp-2.96
  compat-glibc-6.2
  kernel-headers-2.4
  glibc-devel-2.2
  libstdc++-devel-2.96
  openmotif-devel-2.1
  piranha-0.7
  gcc-c++-2.96
  make-3.80

* Configurare i necessari parametri kernel (e limiti degli utenti)
 Per settare "al volo" i parametri del kernel ...
 
  echo 256 32000 100 142 > /proc/sys/kernel/sem
  echo 2147483648 > /proc/sys/kernel/shmmax
  echo 4096 > /proc/sys/kernel/shmmni
  echo 2097152 > /proc/sys/kernel/shmall
  echo 131072 > /proc/sys/fs/file-max
  echo 20000 65000 > /proc/sys/net/ipv4/ip_local_port_range
 
 In questo modo si settano immediatamente...
 ma per farli rileggere al boot: vi /etc/sysctl.conf ed inserire:

  # Parametri per Oracle Application Server
  kernel.sem = 256 32000 100 142
  kernel.shmmax = 2147483648 
  kernel.shmmni = 4096
  kernel.shmall = 2097152
  fs.file-max = 131072
  net.ipv4.ip_local_port_range = 2000 65000

 quindi: /sbin/sysctl -p e poi controllare con echo /proc/sys/...

Settaggio limiti in /etc/security/limits.conf 
 *               soft    nproc           2047
 *               hard    nproc           16384
 *               soft    nofile          2048
 *               hard    nofile          16384


Se gia' non presente creare il link
 ln -s /sbin/fuser /bin/fuser

* Definire nomi di host ed indirizzi in modo corretto
 E' molto importante che nel file /etc/host l'indirizzo del server venga
 associato, come prima assegnazione, all'FQN ovvero al nome dell'host+dominio

In ogni caso per il controllo dei prerequisti Oracle fornisce un tool di verifica...

Installazione Infrastruttura

I prerequisiti sono soddisfatti, quindi e' possibile iniziare l'installazione. Un consiglio tecnico: iniziate al mattino (va bene anche in seconda mattinata)...
La prima cosa e' lanciare il programma di installazione... basta posizionarsi dove e' stato scaricato il primo CD d'installazione ed eseguire il relativo comando:

# xhost +
# su - oracle
$ DISPLAY=my_IP:0.0
$ export DISPLAY
$ cd .../Disk1
$ ./runInstaller &

Parte l'installazione che e' l'applicazione grafica X di installazione di Oracle e che effettua alcune verifiche iniziali (eg. spazio disco, accesso all'X server, ...). Naturalmente chiede se si vuole continuare

Digitare:
y [ENTER]


L'installazione richiede il lancio di .../orainstRoot.sh come root che crea il file /etc/oraInst.loc con i riferimenti dell'installazione. Ovviamente va eseguito come root poiche' crea un file sotto /etc.

$ su - 
# .../orainstRoot.sh
# exit
Svolto questo facile compito si prosegue con l'installazione...

Premere:
OK...


Specify File Location

Ora bisogna indicare dove effettuare l'installazione e come "chiamare" l'istanza OAS.
Naturalmente la directory indicata deve essere nel file system preparato allo scopo...
Il nome dell'istanza OAS e' libero pero'... e' opportuno sceglierlo con attenzione: molte delle impostazioni effettuate durante l'installazione non possono essere cambiate sucessivamente oppure il cambiarle presenta una certa difficolta'. Questa e' una considerazione di validita' generale per l'installazione di OAS. Quindi scegliete un nome di istanza significativo!

Premere:
Next


Select a Product to Install

Videata runInstaller
E' necessario indicare cosa si vuole installare. E' la prima installazione quindi dobbiamo iniziare con la parte di infrastruttura.
Scegliere OracleAS Infrastructure 10g 10.1.2.0.0

Avete visto l'immagine? Bene e' l'ultima! Non ne metto altre... era solo per far capire titoli e risposte possibili.

Premere:
Next


Select Installation Type

Si possono installare DB (Metadata Repository e' il nome ufficiale) ed il server LDAP assieme o a pezzetti. E' piu' facile fare tutto assieme. Scegliere: Identity Management and OracleAS Metadata Repository

Premere:
Next


Ora il programma effettua una verifica "seria" dei requisiti di installazione ed eventuali warning... Se avete dimenticato di settare qualche parametro o caricare qualche RPM questo e' il momento di farlo e ricominciare!
In qualche caso la verifica e' troppo pignola. Puo' non trovare un RPM perche' e' piu' recente...

Checking for sysstat-4.0.7-4.EL3.3; found Not found.    Failed <<<<
In questi casi, ma solo in questi casi, non date importanza ai warning e proseguite...

Premere:
Next


Confirm Pre-Installation Requirements

Avete la password di root? Ovviamente si!

Premere:
Next


Select Configuration Options

L'installazione propone la scelta sui pacchetti:OID, SSO, ... sono gia' tutti selezionati!

Premere:
Next


Specify Port Configuration Options

C'e' la possibilita' di scegliere singolarmente le porte utilizzate da OAS (Automatic/Manual). Lasciate il default che e' Automatic.

E' molto importante che quando effettuate l'installazione sul server ospite siano attivi tutti i servizi. Infatti se OAS trova una porta occupata ne sceglie un'altra. Se un servizio non e' attivo l'installazione di OAS puo' "rubare" la porta ed e' poi complesso modificare successivamente le impostazioni...

Premere:
Next


Specify Namespace in Internet Directory

Ovviamente conoscete tutto dell'
LDAP quindi non c'e' bisogno di dire nulla...
Ma se invece non ne sapete molto... lasciate il default!

Premere:
Next


Specify Database Configuration Options

Consente di indicare gli estremi della configurazione del DB Oracle che ospitera' il Metadata Repository (eg il SID).

Premere:
Next


Specify Database Database Schema Passwords

Definire le password e... non dimenticarle!

Premere:
Next


Specify Instance Name and ias_admin Password

E' il nome dell'istanza IAS (occhio che non si puo' cambiare) e la password dell'amministratore. Definire la password e... non dimenticarla!

Premere:
Next


Summary Configuration

Ora viene riportato il riassunto della lunga intervista che vi ha fatto la procedura d'installazione...
Avete risposto correttamente a tutte le domande quindi...

Premere:
Next


Install

La durata dell'installazione e' variabile. In generale richiede un'oretta su un buon server. Potete andare a pranzo... Avete gia' mangiato? Vuol dire che non avete seguito i consigli dati in precedenza! Peggio per voi, vi tocchera' aspettare...
Quindi richiede di lanciare .../root.sh che setta i diritti corretti agli eseguibili installati

Premere:
Next


Configuration Assistants

Parte la configurazione dei moduli installati. Un quarto d'ora (se il server e' veloce) ed e' tutto finito

Premere:
Next


End of Installation

Se tutto e' andato bene sara' ... successful

Complimenti!

Premere:
Next


Riporta le porte di accesso ai principali servizi Quindi l'installazione procede con la creazione dell'istanza di RDBMS

Premere:
Exit


Post-Installation

L'installazione dell'infrastruttura e' terminata. Prima di proseguire con l'intallazione del MidTier conviene controllare che sia tutto a posto! Collegatevi a http:server:1810 e verificate i vari servizi che debbono essere tutti UP&RUNNING (ho messo un'altra immagine... scusate!):

Enterprise Manager
Installazione Middle Tier

E' tutto a posto e funzionante?
Bene si puo' installare il Mid Tier!


Testo: Installazione di OAS 10g Release 2
Data: 15 Maggio 2005
Versione: 1.0.5
Autori: Antonio Guerra & mail@meo.bogliolo.name