Contratto Commercio

Cenni e riferimenti utili per i dipendenti e le aziende Informatiche


Questa pagina cerca di riassumere in modo semplice le principali caratteristiche del Contratto Commercio che e', tra le altre cose, quello piu' utilizzato per le aziende di Informatica.

Dopo una breve introduzione in questa pagina sono riportati livelli, retribuzioni, ferie, periodo di prova, periodo di preavviso, apprendistato, varie ed eventuali.

Introduzione

Con il nome semplificato di Contratto Commercio viene indicato il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) del commercio per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi. Viene aggiornato periodicamente tra le associazioni di categorie, quello vigente decorre dal 1 aprile 2015 ed avra' vigore fino a tutto il 31 luglio 2018.

Il contratto prevede assunzioni sia a tempo determinato (quindi con una scadenza), che a tempo indeterminato, sia il tempo pieno che il part-time Il contratto e' molto dettagliato e contiene 244 articoli che toccano tutti gli aspetti del lavoro: inquadramenti, retribuzioni, ferie, ... In rete ne sono disponibili diverse edizioni tra cui quella di OrizzonteLavoro, usata nel seguito per i link.

Nel seguito riportiamo qualche elemento sui punti che sono piu' utili nella pratica.

Livelli

Il contratto prevede livelli diversi a seconda della mansione in cui e' impegnato il lavoratore. Senza entrare nel dettaglio delle centinaia di mansioni previste in modo esplicito nel contratto riportiamo una tabella indicativa:

LivelloDescrizioneEsempi
7Mansioni di pulizia o equivalenti addetto alle pulizie anche con mezzi meccanici, garzone
6Lavori che richiedono il possesso di semplici conoscenze pratiche fattorino, custode
5Lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacita tecnico pratiche fatturista, addetto al centralino telefonico, codificatore (traduce in codice dati contabili, statistici, ecc.), operatore di macchine perforatrici e verificatrici
4Compiti operativi anche di vendita e relative operazioni complementari operatore meccanografico, controllore di settore tecnico di centro elaborazione dati compreso il settore delle telecomunicazioni, addetto a mansioni d'ordine di segreteria, magazziniere
3Mansioni di concetto o prevalentemente tali che comportino particolari conoscenze tecniche ed adeguata esperienza programmatore minutatore di programmi, operatore di elaboratore con controllo di flusso, schedulatore flussista, contabile/impiegato amministrativo
2Compiti operativamente autonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo programmatore analista
1Funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilita' di direzione esecutiva capo centro EDP, analista sistemista, product manager

E' chiaro che le diciture "codificatore", "programmatore minutatore" e "programmatore analista" non sono le piu' recenti e non rappresentano certo il complesso e mutevole panorama delle professioni informatiche... pero' l'inquadramento da contratto non e' certo il solo parametro da considerare nella scelta.
Oltre ai livelli indicati sono previsti anche il Quadro ed il Dirigente che hanno alte responsabilita' ed una maggiore autonomia.

Maggiori dettagli sono riportati nell'articolo 100 - Classificazione del contratto commercio.

Retribuzioni

Ad ogni livello corrisponde una paga corrisposta per 14 mensilita' come riportato nella seguente tabella:

Livello Retribuzione Paga baseContingenza+EDRAltri elementi
7 1.283,38 758,65 517,51 5,16
6 1.407,94 886,11 519,76
5 1.511,02 987,01 521,94
4 1.618,75 1.092,46 524,22
3 1.793,12 1.263,15 527,90
2 2.012,45 1.477,84 532,54
1 2.248,08 1.708,49 537,52
Q 2.699,84 1.896,64 540,37 260,76

Alcuni valori possono variare... ad esempio la voce denominata terzo elemento e' pari a 2,07 per tutti i livelli, ma e' differente in alcune province (eg. TO 6,71, MI 11,36). Ogni tre anni lavorati presso la stessa azienda o gruppo aziendale e' previsto uno scatto di anzianita' che porta ad un aumento, non assorbilbile, della paga; l'importo e' crescente a seconda del livello (eg. 25,46 per i quadri).

La RAL (retribuzione annuale lorda) corrisponde alla retribuzione mensile moltiplicata per 14. Numericamente la RAL e' piu' alta del netto percepito dal dipendente (vanno dedotti i contributi e le tasse a carico del dipendente); la RAL e' inferiore al costo aziendale (non considera i contributi e le imposte sul lavoro a carico dell'azienda).

Nel caso in cui vengano erogati degli aumenti questi possono essere assorbibili o meno. Se sono assorbibili questi possono rientrare nella paga base al momento del passaggio ad un nuovo livello e vengono indicati nella busta paga alla voce superminimo.

La legge italiana non definisce i termini di pagamento degli stipendi e lascia la materia ai contratti collettivi o ad accordi specifici. Il contratto commercio non stabilisce i termini per ricevere lo stipendio [NdA altri contratti prevedono esplicitamente il giorno 27 o entro i primi 10 giorni del mese successivo], quindi sono possibili accordi diversi.
L'Articolo 51 del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR) (D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917) prevede che, per essere considerato fiscalmente nell'anno corretto, lo stipendio di dicembre debba essere ricevuto entro il 12 gennaio [NdA principio di cassa allargato].

Maggiori dettagli sono riportati nei diversi articoli del contratto, tra cui: l'articolo 193 - Normale Retribuzione, l'articolo 199 - Paga Base Nazionale Conglobata, successivi accordi, ...

Tredicesima e quattordicesima

Il contratto prevede quattordici mensilita'.
Oltre agli stipendi mensili, che tipicamente sono corrisposti entro il 10 del mese successivo, sono stabilite due ulteriori mensilita'.

La tredicesima deve essere corrisposta entro il 24 dicembre e la quattordicesima entro il 30 giugno.
La 13ma e' presente in tutti i contratti di lavoro [NdA sono oltre 400] mentre la 14ma e' meno comune, sopratutto come mensilita' intera. Per tale motivo nel confronto tra contratti diversi e' corretto utilizzare la RAL anziche' il lordo mensile.

Ferie e permessi

Volendo semplificare molto si maturano 26 giorni di ferie all'anno e 7 ore di permesso al mese ma in realta' ci sono diverse variabili da considerare.

Volendo essere precisi si deve fare riferimento al contratto che descrive in dettaglio le ferie, i diversi tipi di permessi, i congedi, le malattie e gli infortuni.
Agli effetti del computo delle ferie la settimana lavorativa e' considerata di sei giorni lavorativi dal lunedi al sabato. Vi sono diversi tipi di permesso, alcuni fissi (eg. 4 giorni per festivita' soppresse), altri variabili a seconda della dimensione dell'azienda (eg. ROL 56 ore aumentati di 16 ore per le aziende con piu' di 15 dipendenti) e della maturita' in azienda (oltre 2 anni al 50% ed oltre 4 anni al 100%). In condizioni speciali si ha diritto ad ulteriori permessi per ragioni personali o familiari...
Sia le ferie che i permessi vengono maturati con ratei mensili ed hanno una scadenza per essere utilizzati, altrimenti vengono retribuiti.

Poiche' e' complicato spesso nella pratica si leggono dalla busta paga il numero di giorni di ferie e di ore di permesso residui (fidandosi dei programmi utilizzati dai consulenti del lavoro)!

Maggiori dettagli sono riportati dai molteplici articoli sull'argomento: Art. 142 - Festivita', Art. 146 - Permessi retribuiti, dall'Art. 147 - Ferie fino all'Art. 189.

Periodo di prova

Al momento di una nuova assunzione e' previsto un periodo di prova come riportato dalla seguente tabella:

Livello Periodo di prova
7 e 6 30 giorni
5 e 4 45 giorni
3 e 2 60 giorni
1 e Quadri 6 mesi

Il periodo di prova puo' essere ridotto, va comunque indicato in modo esplicito nella proposta di assunzione.

Maggiori dettagli sono riportati nell'articolo 106 - Periodo di Prova.

Preavviso

I termini di preavviso, a decorrere dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese, dipendono dal livello e dall'anzianita' in azienda. Il dettaglio e' riportato nella seguente tabella:

LivelloFino a 5 anniTra 5 e 10 anniOltre 10 anni
7 e 6 15 giorni 20 giorni 20 giorni
5 e 4 20 giorni 30 giorni 45 giorni
3 e 2 30 giorni 45 giorni 60 giorni
1 e Quadri 60 giorni 90 giorni 120 giorni

Maggiori dettagli sono riportati nell'articolo 234 - Termini di Preavviso.

Da qualche tempo [NdE 2016-03-12], le dimissioni vanno presentate dal dipendente online sul portale dell'INPS. Con la stessa modalita' possono essere revocate entro 7 giorni.

Il preavviso si applica quando il dipendente vuole licenziarsi (eg. per cambiare lavoro). Nel caso inverso la normativa e' cambiata parecchio di recente [NdA 7 marzo 2015] per via del Jobs Act che, nel 2015, ha riformato il mercato del lavoro con l'introduzione di un contratto unico a tutele crescenti. Per i contratti precedenti vale l'articolo 18 della legge 300 del 20 maggio 1970.

Apprendistato

Con l'Apprendistato hanno vantaggi sia l'azienda (con una contribuzione inferiore), che i lavoratori (con una formazione e con un inserimento immediato). L'apprendistato e' riservato ai giovani fino a 30 anni di eta. Tipicamente prevede un inserimento in 3 anni partendo dal livello -2 rispetto a quello finale e corsi di formazione obbligatori (eg. 40 ore/anno per laureati, 80 ore/anno per diplomati) da fare in azienda o, meglio, presso strutture convenzionate.

L'assunzione come apprendista e' per molti versi analoga ad un'assunzione a tempo indeterminato.
Maggiori dettagli sono riportati nei diversi articoli del contratto, Sezione Quarta - Disciplina del Rapporto di Lavoro, Titolo Primo - Mercato del Lavoro, Capo Secondo - Apprendistato: articoli 42-62.

TFR

Il TFR e' il trattamento di fine rapporto. In pratica ogni anno viene messa da parte una quota della retribuzione annua divisa per 13,5.
Il TFR viene restituito al dipendente al termine del rapporto di lavoro.

E' possibile richiedere l'anticipo del TFR ma vi sono molti limiti: in misura non superiore al 70%, con almeno otto anni di servizio, per spese sanitarie o per acquisto della prima casa di abitazione (documentato da compromesso o da atto notarile), ...

Il TFR e' stato introdotto nel 1092 [NdA legge n. 297 del 29 maggio 1982] ed ha subito numerose modifiche nel tempo. Il fondo puo' essere mantenuto dall'azienda, puo' essere versato ad un fondo pensione o gestito dall'INPS. Le diverse scelte comportano differenze sia per il dipendente che per l'azienda (eg. fondo in azienda: rivalutazione fissa 1.5% annuo + indicizzazione ISTAT per il dipendente; maggior liquidita' per l'azienda).

Maggiori dettagli sono riportati nei diversi articoli del contratto del articolo 236 - Trattamento di Fine Rapporto e successivi.

Fuori contratto

Il contratto non specifica tutti gli aspetti del rapporto tra lavoratore ed impresa poiche' sono normati da altre leggi e norme di validita' generale... nel seguito riportiamo le indicazioni piu' importanti!

Imposte, tasse e contributi

Naturalmente le imposte, le tasse ed i contributi non sono definite nel contratto del commercio! Sarebbe un discorso troppo lungo parlarne in questa pagina... pero' qualche cenno puo' comunque essere utile.

Sulla RAL l'imposta piu' significativa e' l'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) che si paga a scaglioni:

RedditoAliquota
da 0 a 15.00023%
da 15.000 a 28.00027%
da 28.000 a 55.00038%
da 55.000 a 75.00041%
oltre 75.00043%

Ai dipendenti l'IRPEF viene immediatamente dedotta dallo stipendio dal datore di lavoro (sostituto d'imposta) che la deve versare allo stato. Nel calcolo vanno tenute in conto deduzioni, detrazioni ed addizionali per gli enti locali (regioni e comuni) che sono sempre diverse. A dicembre viene calcolato il saldo finale.

Tra i contribuiti il piu' significativo e' l'INPS (eg. 9.19%).

Tutti i punti descritti fino ad ora sono visibili nella busta paga. Quello che non e' visibile sono i contribuiti a carico dell'azienda. Anche in questo caso il contributo piu' elevato e' quello per l'INPS (eg. 27.63%).

Fino ad ora abbiamo visto solo elementi che diminuiscono... c'e' anche qualcosa che e' in aumento!
Per esempio, per chi ne ha diritto, sono previsti gli assegni familiari. Gli importi degli assegni dipendono dal reddito e dal numero di componenti del nucleo familiare. L'INPS emette ogni anno la relativa circolare [NdA precedente comunicazione ].

Trasferta

Al lavoratore che opera, al di fuori del comune, spetta un'indennita' di trasferta il cui importo e' variabile.
Qual'e' la trasferta massima? Il TUIR D.P.R., 22/12/1986 n° 917, G.U. 31/12/1986, che e' la legge vigente sull'argomento su questo tema, cita espressamente le cifre massime di trasferta esenti da imposta sul reddito per l'Italia e per l'estero. Il valori massimi sono: 46,48 e 77,46 rispettivamente.
I riferimenti di dettaglio sono: D.P.R., 22/12/1986 n° 917, G.U. 31/12/1986 Testo unico delle imposte sui redditi Titolo I - Imposta sul reddito delle persone fisiche Capo IV - Redditi di lavoro dipendente Art. 51 - Determinazione del reddito di lavoro dipendente Comma 5. Le indennità percepite per le trasferte o le missioni fuori del territorio comunale concorrono a formare il reddito per la parte eccedente lire 90.000 al giorno, elevate a lire 150.000 per le trasferte all'estero, al netto delle spese di viaggio e di trasporto; ... Trasformando le lire in euro si ottiene -> 46,48 --> 77,46.

Ticket Resturant

E' molto diffuso l'utilizzo di Buoni Pasto come servizi sostitutivi alla mensa. Anche perche' i ticket non sono soggetti a tassazione e contribuzione previdenziale fino a 5,29€.

I ticket spettano per giornata lavorativa e possono essere emessi a dipendenti full-time e part-time ed a collaboratori.

Di recente [NdA dal 9/9/2018 per decreto Mise 122/2017] la normativa ha allargato la possibilita' di utilizzo chiarendo gli esercizi che possono riceverli (eg. includendo agriturismi e mercatini) e definendone la cumulabilita' (max 8 anche presso i supermercati).
Il TUIR 160/2019 ha modificato gli importi esenti: dal 1 gennaio 2020 la franchigia si e' abbassata a 4,00€ per i ticket cartacei ed e' stata alzata da 7,00€ a 8,00€ per i buoni pasto elettronici].

LUL

Il Libro Unico del Lavoro (LUL) e' stato istituito dal D.L. 25 giugno 2008, n. 112 per semplificare gli adempimenti. Il LUL contiene i dati del dipendente, i dati economici, ... ed il calendario presenze. Il LUL viene aggiornato al termine di ogni mese [NdA il mese deve essere terminato].
La Busta Paga e' da allora un estratto (non contiene il calendario presenze) del LUL che va consegnata al lavoratore.

Il Libretto Unico del Lavoro Telematico 2018 e' un aggiornamento contenuto nel jobs act che prevede la compilazione telematica presso il ministero del lavoro, l'avvio operativo e' stato prorogato al 1o gennaio 2019.

Assunzioni obbligatorie

Le normative hanno sempre previsto un collocamento mirato per gli appartenenti alle categorie protette quali persone affette da minoranze fisiche, psichiche, persone invalide del lavoro, ...

Dal 1 gennaio 2018 [NdA Jobs Act con modificare alla L. n. 68/1999] l'obbligo di assumere scatta per le aziende con più di 14 dipendenti. Oltre i 35 dipendenti le assunzioni obbligatorie sono due; oltre i 50 dipendenti il numero e' definito nella percentuale del 7%.

Forme particolari

Vi sono situazioni lavorative particolari in cui sono coinvolti piu' soggetti/aziende e si applica comunque il contratto di lavoro di commercio. Senza entrare nei dettagli delle specifiche condizioni previste dalla normativa, nel seguito riportiamo alcuni esempi.

Le agenzie per il lavoro possono assumere personale e fornirlo ad imprese produttive con un contratto di somministrazione lavoro che puo' essere a tempo determinato (lavoro interinale) o indeterminato (staff leasing). Il lavoratore avra' un trattamento economico come previsto dal contratto di lavoro dell'impresa per i colleghi con la stessa mansione.

Il distacco temporaneo di manodopera e' un'ulteriore esempio in cui il lavoratore svolge di fatto la propria prestazione presso un soggetto diverso dal proprio datore di lavoro.

Congedo matrimoniale

La legge che prevede il congedo matrimoniale e' molto piu' antica del contratto collettivo: Regio Decreto Legge n. 1334 del 1937!
Il congedo ha durata 15gg, puo' essere richiesto solo per un matrimonio civile o concordatario, va richiesto almeno 6 giorni prima della celebrazione, si puo' richiedere una seconda volta se vedovi o divorziati, va fruito entro 30gg dalle nozze, il certificato di matrimonio va consegnato entro 60 giorni dalla data di matrimonio.
Economicamente parte del congedo e' corrisposto con un assegno dell'INPS.

Mutua

In caso di assenza dal lavoro per malattia, infortunio o maternita' il contratto prevede un trattamento economico a carico dell’azienda ad integrazione di quanto corrisposto dagli enti previdenziali.
Riassumendo molto per malattia i primi tre giorni sono completamente a carico dell'azienda e dal quarto interviene al 50% l'INPS ed al 75% l'azienda, passando al 100% dal 21 giorno; mentre per infortunio l'indennita' INAIL e' al 60% per i primi tre giorni e passa a 90 fino al 21 giorno, passando al 100% dal 21 giorno; la maternita' obbligatoria e' integrata dall'azienda al 100%, ...
Ma i casi ed i dettagli sono molti di piu' di quelli riassunti nelle poche righe sopra!

Gli orari per le visite fiscali sono comuni a tutti i contratti privati e prevedono la presenza 7/7 negli orari 10:00-12:00, 17:00-19:00.

Varie ed eventuali

Secondo la tabella INPS il codice del C.c.n.l. per i dipendenti dalle aziende del terziario, distribuzione e servizi e' il numero 42.

Un altro contratto comunemente utilizzato dalle aziendi di Informatica e' quello metalmeccanico. Il contratto metalmeccanico prevede 13 mensilita', ha i livelli al contrario (a numero piu' alto corrisponde una mansione piu' elevata) ed e' considerato un poco piu' svantaggioso per i dipendenti. E' pero' una scelta abbastanza diffusa per aziende di servizi che lavorano prevalentemente per grandi aziende metalmeccaniche.
Il seguente link riporta la corrispondenza tra livelli dei principali contratti nazionali italiani.

E' tutto qui? Certamente no!

Anche se il contratto e' molto completo vi sono una quantita' enorme di leggi e disposizioni (siamo in Italia) che regolano altri aspetti... ad esempio tutta la normativa fiscale o di sicurezza sul lavoro.
L'argomento trattato in questo documento e' molto complesso e non lo conosco: perdonate eventuali errori ed imprecisioni.


Titolo: Contratto Commercio
Livello: Base (1/5)
Data: 1 Aprile 2017
Versione: 1.0.3 - 1 Aprile 2020
Autore: mail [AT] meo.bogliolo.name